Approfitta degli incentivi fiscali 2021

Con la legge di bilancio del 2021, il Governo italiano ha prorogato e rafforzato il piano Transizione 4.0 rendendo disponibili alle imprese importanti agevolazioni per gli investimenti aziendali sia per i beni materiali che immateriali.
Un set di misure riveduto e corretto con l’incremento aliquote di credito d’imposta e massimali più alti per dare ancor maggior spinta ed efficacia alla ripresa dell’economia.

Tra le novità, l’ampliamento del portafoglio delle attività finanziabili, la riduzione dei tempi della compensazione e dell’utilizzo del credito. Inoltre è previsto il rinnovo biennale con anticipazione delle spese effettuate tra novembre 2020 fino a giugno del 2021. 

CHI PUO’ USUFRUIRE:
Tutte le imprese attive iscritte al Registro Imprese, chi opera nel settore manifatturiero o nei servizi legati a questo ambito, chi opera nel turismo e nel commercio. E’ necessario che l’azienda abbia conseguito, nell’ultimo esercizio approvato in bilancio, ricavi per una somma di almeno 100.000 Euro.

LE TRE LINEE GUIDA PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE

1 – SUPER E IPERAMMORTAMENTO
Per investimenti in beni strumentali si può utilizzare il credito di imposta per:

  • acquisto di macchinari nuovi, 6% fino ad un massimo di 2 milioni di Euro
  • Investimento in macchinari innovativi per l’Industria 4.0, riconosciuto al 40% per importi fino al 2,5 milioni di Euro e al 20% da 2,5 milioni di Euro fino ad un tetto di 10 milioni di Euro
  • Acquisto per software 4.0, 15% fino a 700 mila Euro

2 – INNOVAZIONE GREEN E DIGITALE
Il credito d’imposta è disponibile per chi vuole investire in:

  • Ricerca e Sviluppo al 20% fino a 4 milioni di Euro
  • Innovazione tecnologica 10% fino ad un massimo 2 milioni di Euro
  • Transizione Ecologica, innovazione green 15% fino a 2 milioni di Euro

3 – FORMAZIONE 4.0
Il credito d’imposta delle spese viene esteso per la formazione sia del personale che degli imprenditori:

  • 50% nel limite massimo annuale di € 300.000 per le micro e piccole imprese
  • 40% fino ad un tetto annuale di € 250.000 per le medie imprese
  • 30% con un massimale, per anno, di € 250.000 per le grandi imprese
SCRIVICI
PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

Per approfondire: Mise.gov.it

Ecco un paio di esempi di come un’azienda può utilizzare queste agevolazioni:

Gestionale
Se si sta valutando un nuovo ERP, come ad esempio TeamSystem Enterprise, si può accedere a differenti crediti d’imposta: beni immateriali 4.0, beni immateriali per il lavoro agile, formazione 4.0 e Sabatini 4.0.

Smart Working 
In caso di acquisto di strumenti e dispositivi tecnologici per la realizzazione di lavoro agile il credito d’imposta per il 2021 è pari al 15% della spesa sostenuta. 

Vi possiamo affiancare nelle scelte e aiutarvi a sfruttare al meglio le agevolazioni sulle soluzioni gestionali, per saperne di più consultate la brochure con le tabelle riepilogative che spiegano nel dettaglio come potete utilizzare gli incentivi.

Scarica Brochure

Approfitta degli incentivi fiscali 2021

Con la legge di bilancio del 2021, il Governo italiano ha prorogato e rafforzato il piano Transizione 4.0 rendendo disponibili alle imprese importanti agevolazioni per gli investimenti aziendali sia per i beni materiali che immateriali.

Un set di misure riveduto e corretto con l’incremento aliquote di credito d’imposta e massimali più alti per dare ancor maggior spinta ed efficacia alla ripresa dell’economia.
Tra le novità, l’ampliamento del portafoglio delle attività finanziabili, la riduzione dei tempi della compensazione e dell’utilizzo del credito. Inoltre è previsto il rinnovo biennale con anticipazione delle spese effettuate tra novembre 2020 fino a giugno del 2021. 

CHI PUO’ USUFRUIRE:
Tutte le imprese attive iscritte al Registro Imprese, chi opera nel settore manifatturiero o nei servizi legati a questo ambito, chi opera nel turismo e nel commercio. E’ necessario che l’azienda abbia conseguito, nell’ultimo esercizio approvato in bilancio, ricavi per una somma di almeno 100.000 Euro.

LE TRE LINEE GUIDA PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE

1 – SUPER E IPERAMMORTAMENTO
Per investimenti in beni strumentali si può utilizzare il credito di imposta per:

  • acquisto di macchinari nuovi, 6% fino ad un massimo di 2 milioni di Euro
  • Investimento in macchinari innovativi per l’Industria 4.0, riconosciuto al 40% per importi fino al 2,5 milioni di Euro e al 20% da 2,5 milioni di Euro fino ad un tetto di 10 milioni di Euro
  • Acquisto per software 4.0, 15% fino a 700 mila Euro

2 – INNOVAZIONE GREEN E DIGITALE
Il credito d’imposta è disponibile per chi vuole investire in:

  • Ricerca e Sviluppo al 20% fino a 4 milioni di Euro
  • Innovazione tecnologica 10% fino ad un massimo 2 milioni di Euro
  • Transizione Ecologica, innovazione green 15% fino a 2 milioni di Euro

3 – FORMAZIONE 4.0
Il credito d’imposta delle spese viene esteso per la formazione sia del personale che degli imprenditori:

  • 50% nel limite massimo annuale di € 300.000 per le micro e piccole imprese
  • 40% fino ad un tetto annuale di € 250.000 per le medie imprese
  • 30% con un massimale, per anno, di € 250.000 per le grandi imprese

Per approfondire: Mise.gov.it

Ecco un paio di esempi di come un’azienda può utilizzare queste agevolazioni:

Gestionale
Se si sta valutando un nuovo ERP, come ad esempio TeamSystem Enterprise, si può accedere a differenti crediti d’imposta: beni immateriali 4.0, beni immateriali per il lavoro agile, formazione 4.0 e Sabatini 4.0.

Smart Working 
In caso di acquisto di strumenti e dispositivi tecnologici per la realizzazione di lavoro agile il credito d’imposta per il 2021 è pari al 15% della spesa sostenuta. 

Vi possiamo affiancare nelle scelte e aiutarvi a sfruttare al meglio le agevolazioni sulle soluzioni gestionali, per saperne di più consultate la brochure con le tabelle riepilogative che spiegano nel dettaglio come potete utilizzare gli incentivi.

Scarica Brochure
SCRIVICI
PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI